Prima conferenza Nazionale

Questa pagina è dedicata alla prima edizione della Conferenza nazionale delle operatrici e degli operatori dello Sprar – “L’accoglienza che verrà: i volti, le voci, le storie” che si è svolta il 19 e il 20 febbraio 2018 a Roma presso l’Auditorium parco della musica, organizzata da Cittalia, Anci e Ministero dell’interno.

Obiettivo è stato quello di puntare i riflettori su una figura decisiva sui territori per realizzare percorsi di inclusione e integrazione sociale delle persone in accoglienza.

Quattro sono stati i temi al centro del dibattito:

  • La figura dell’operatore dello SPRAR: evoluzione e prospettive      
  • Lavorare nello SPRAR e con i territori
  • Lo SPRAR facilitatore dei percorsi di cittadinanza per un nuovo welfare universale
  • Le comunità accoglienti dello SPRAR modello per l’Europa

Qui sarà possibile trovare tutti i materiali della prima edizione dell’evento: foto, video, racconto dai social, riflessioni.  Una pagina in progress che andrà man mano ad arricchirsi anche con i materiali dei prossimi appuntamenti annuali. E prestissimo sarà possibile partecipare ai forum tematici che periodicamente apriremo e ai quali vi inviteremo ad iscrivervi e partecipare attivamente con il vostro contributo di idee e riflessioni, che ci condurranno fino alla prossima Conferenza Nazionale. Ecco il programma delle tre sessioni della Conferenza.

Alcune riflessioni sul percorso comune

In direzione della II Conferenza Nazionale 2019

di

Luca Pacini

Responsabile Area Welfare e Immigrazione ANCI

Direttore della Fondazione Cittalia

I NUMERI DELLA CONFERENZA

La prima edizione ha visto la partecipazione di oltre 1.200 persone, fra cui circa 1.100 operatori (67%) e amministratori locali (33%) in rappresentanza di circa il 75% di tutti progetti SPRAR, che hanno raccontato la loro esperienza sui territori e delineato le prospettive future di una figura decisiva per lo sviluppo e l’arricchimento dei contesti locali: dai grandi ai più piccoli comuni d’Italia.
Tra gli spunti emersi nel corso del dibattito, in primis, la necessità di prevedere un albo nazionale dell’operatore dell’accoglienza e dei corsi universitari di preparazione alla professione, lo scambio di capacità e competenze tra le equipe multidisciplinari dei diversi Sprar territoriali e la collaborazione con le comunità locali, con i cittadini per attuare concreti interventi per l’integrazione e l’inclusione sociale non solo delle persone in accoglienza.

I NUMERI DAI SOCIAL

Un dibattito aperto e partecipato che ha coinvolto anche la rete: i due hashtag usati per raccontare live su Twitter l’evento (#laccoglienzacheverrà + #Sprar2018) sono entrati tra i trend topic in Italia rispettivamente al nono e al decimo posto. Mentre sugli account Facebook e Instagram di Cittalia e Anci si è riusciti a raggiungere un vasto pubblico, non solo quello degli “addetti ai lavori”.

La videostory pubblicata sul canale Facebook di Anci ha raggiunto oltre 9mila persone

ANGOLO VIDEO DELLA CONFERENZA

Le voci e i volti delle operatrici e degli operatori SPRAR

GUARDA LA VIDEOSTORY 

 
LE VOCI E I VOLTI DELLE OPERATRICI E DEGLI OPERATORI
 
Imma D’Amico, Nicola Emanuele e Lara Raffaini

SCORRI LE FOTO DELLA CONFERENZA