ADERIRE ALLA RETE SPRAR

LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER ACCEDERE ALLO SPRAR

Torna all’indice

2. COSA FARE PRIMA DI PRESENTARE LA DOMANDA E COME PRESENTARE LA DOMANDA SULLA PIATTAFORMA DEL MINISTERO DELL’INTERNO

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie! Ciò accade perché la funzionalità / i contenuti contrassegnati come “% SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disattivati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.
I documenti di riferimento: DM 10 agosto, manuale operativo SPRAR, manuale unico di rendicontazione SPRAR, modulistica

Per presentare la domanda, bisogna innanzitutto leggere con attenzione tutta la documentazione e la modulistica di riferimento, accessibili alla pagina “Entrare nello SPRAR” del sito www.sprar.it, oppure sul sito https://fnasilo.dlci.interno.it del Ministero dell’Interno.

In particolare, gli enti locali sono invitati a visionare

– il Decreto del Ministero dell’Interno del 10 agosto 2016 e le relative linee guida.

Il Decreto, intitolato Modalità di accesso da parte degli enti locali ai finanziamenti del Fondo nazionale per le politiche ed i servizi dell’asilo per la predisposizione dei servizi di accoglienza per i richiedenti e i beneficiari di protezione internazionale e per i titolari del permesso umanitario, nonché approvazione delle linee guida per il funzionamento del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), ha introdotto una procedura per la presentazione delle domande di accesso al Fondo Nazionale per le Politiche e i Servizi dell’Asilo riferita a tutti gli Enti locali che intendono presentare una nuova progettualità triennale, oltre ad una procedura per la prosecuzione dei progetti in corso.

Il Decreto è consultabile Sul sito www.sprar.it, nella sezione “Entrare nello SPRAR”, dove sono disponibili anche un vademecum e un breve video informativo che illustra le novità del Decreto, e sul portale dedicato del Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell’Interno https://fnasilo.dlci.interno.it/sprar/;

– Il Manuale operativo per l’attivazione e la gestione di servizi di accoglienza integrata in favore di richiedenti e titolari di protezione internazionale e umanitaria (d’ora in avanti: “Manuale operativo SPRAR”), disponibile nella pagina “Manuali” del sito del Servizio Centrale dello SPRAR e nella sezione relativa alla manualistica del sito https://fnasilo.dlci.interno.it del Ministero dell’Interno;

– I modelli A, B, B1, B2, C per la compilazione della domanda, reperibili alla sezione “moduli” del sito del Servizio Centrale dello SPRAR e sulla già citata piattaforma del Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione del Ministero dell’Interno;

– Il Manuale Unico per la Rendicontazione SPRAR, anch’esso disponibile nella pagina “Manuali” del sito del Servizio Centrale dello SPRAR e nella sezione “Manualistica” della piattaforma del Ministero.

Per ulteriori informazioni sullo SPRAR e sulle modalità di presentazione della domanda, è inoltre possibile consultare i materiali e rivedere i Webinar organizzati da ANCI, Cittalia e Servizio Centrale SPRAR. Tali materiali e Web Seminar sono disponibili nell’apposita sezione del sito dello SPRAR www.sprar.it/webinar.

Dove presentare la domanda: registrazione e accesso alla piattaforma online del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione

La domanda deve essere compilata e presentata esclusivamente mediante la piattaforma elettronica predisposta dal Ministero dell’interno https://fnasilo.dlci.interno.it, previa iscrizione al portale.

PEC dell’ente locale proponente e firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato

Per l’utilizzo del sito internet https://fnasilo.dlci.interno.it, i soggetti proponenti debbono preliminarmente registrarsi allo stesso: a tal fine, e’ necessario  disporre  di  una casella di posta elettronica certificata (PEC) dell’ente e della firma digitale del legale rappresentante.

Utilizzo e assistenza tecnica per problemi relativi all’accesso alla piattaforma

Per l’utilizzo della piattaforma in senso tecnico, si veda il “Manuale per la Presentazione delle Domande di Contributo”, accessibile sullo stesso sito del Ministero dell’Interno nella sezione “Manualistica di riferimento per la presentazione delle domande”.

Per tutto ciò che concerne problemi tecnici riguardanti la compilazione della domanda sulla piattaforma, ci si può rivolgere all’ indirizzo dlci.assistenza@interno.it.

Descrizione generale delle sezioni da compilare

Alcuni campi della domanda sono da compilare direttamente on-line.

In alcuni casi – indicati nella piattaforma stessa – è invece necessario caricare dei documenti secondo dei format predefiniti.

Il Modello A (Domanda di contributo), il Modello B (Scheda struttura) e il Modello C (Piano Finanziario Preventivo) sono da compilare on-line direttamente sulla piattaforma.

I modelli B1 e B2 (Dichiarazioni sostitutive relative alle strutture e all’ente attuatore) e la relazione di co-finanziamento sono invece da caricare sulla piattaforma, così come l’eventuale altra documentazione che l’ente locale proponente intende produrre per chiarire meglio la propria domanda di contributo.

Vai alla sessione 1, 3, 4, 5, 6

Torna all’indice